Chattare con un altro esprimendo desiderio o scambiandosi foto provocanti equivale a tradire

Una voce fuori dal coro: ha ragione il genitore no vax
19 marzo 2022
Mantenimento dei figli: vale il principio di proporzionalità rispetto al reddito
19 marzo 2022

Anche l’infedeltà virtuale può costare l’addebito:   chattare con qualcuno su Messenger, su WhatsApp, su Instagram, su Telegram con parole che esprimono desiderio, amore, sentimenti che vanno al di là dell’amicizia, se c’è anche uno scambio di autoscatti provocanti se non addirittura espliciti, si configura un tradimento, per quanto virtuale. Tanto più se  commesso in maniera spudorata, chattando con l’altro o con l’altra accanto al proprio coniuge.

 

Cass. ord. n. 8750/2022 del 17.03.2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi