Basta il venir meno del criterio del tenore di vita per modificare l’assegno di vorzile ?

Permessi retribuiti ex l. 104 anche per la parte unita civilmente
22 giugno 2017
No risarcimento del danno all’uomo per la nascita indesiderata del figlio
27 giugno 2017

il giudice, in sede di revisione dell’assegno divorzile, deve adeguarsi ai più recenti orientamenti e verificare se i motivi sopravvenuti alla base della richiesta di esonero dal mantenimento giustifichino effettivamente una negazione dello stesso a causa della sopraggiunta indipendenza o autosufficienza economica del beneficiario. A tal fine occorre riferirsi, prosegue la Corte, agli indici individuati con la sentenza numero 11504, da valutare osservando le allegazioni, le deduzioni e le prove offerte dall’obbligato, in capo al quale comunque resta l’onere della prova.
Lo affermato per la prima volta la Corte di Cassazione n. 15481/2017 risolvendo la questione della possibilità di esperire un procedimento di revisione dell’assegno di divorzio sulla base del nuovo orientamento che esclude il riferimento al tenore di vita: occorrono fatti nuovi sopravvenuti che andranno tuttavia interpretati secondo i criteri indicati dalla sentenza 11504.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi