Assegnazione della casa al genitore collocatario…anche se non prevalente

Anche l’assegno unico familiare spetta al genitore collocatario della prole. Forse
20 marzo 2022
Ammonito il genitore che non fa vedere il figlio all’altro
21 marzo 2022

Se è vero che il giudice non ha il potere di disporre l’assegnazione della casa a favore del coniuge che non vanti alcun diritto – reale o personale – sull’immobile e che non sia affidatario della prole minorenne o convivente con figli maggiorenni non ancora provvisti, senza loro colpa, di sufficienti redditi propri; neppure però costituisce ostacolo assoluto all’assegnazione della casa familiare la circostanza che sia stato stabilito il collocamento prevalente dei figli minori presso l’altro genitore che nel caso di specie ha deciso di risiedere altrove.

Il legislatore attribuisce rilevanza all’interesse dei figli maggiorenni a conservare l’habitat domestico.

Le norme non impediscono l’assegnazione della casa familiare al coniuge non proprietario, se affidatario di figli minori, benché non collocatario prevalente.

Corte d’Appello di Campobasso, 11 gennaio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi