Assegnazione casa familiare, si perde in caso di trasferimento

Il richiamo alla sindrome d’alienazione parentale non è legittimo
11 aprile 2022
Rate del mutuo pagate durante il matrimonio per l’acquisto della casa…da restituire o no?
11 aprile 2022

L’assegnazione della casa famigliare non può assolvere alla funzione sua propria di preservare la continuità delle abitudini e delle relazioni domestiche dei figli nell’ambiente nel quale durante il matrimonio esse si sviluppavano in ogni caso in cui, a seguito della separazione, la casa familiare abbia cessato di essere tale, con conseguente preclusione della possibilità di reviviscenza del diritto all’assegnazione della casa.
Ad esempio quando il genitore assegnatario si sia trasferito per lavoro e il figlio frequenti l’Università altrove, con sporadici rientri a casa

 

Cassazione civile ordinanza n. 10453 / 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi