Amministrazione di sostegno: divieto di nozze

Pignorabile il reddito di cittadinanza
15 maggio 2020
Chat con l’amante, può far scattare l’addebito
19 maggio 2020

L’amministratore di sostegno non può essere autorizzato dal Giudice a dichiarare, in nome e per conto del beneficiario in coma, la volontà di quest’ultimo di contrarre matrimonio, neppure se il beneficiario e la compagna convivono da anni, e il primo aveva manifestato la propria intenzione di sposarsi.

il divieto di contrarre matrimonio, previsto dall’articolo 85 cod. civ. per l’interdetto per infermità di mente, non si applica automaticamente al beneficiario dell’amministrazione di sostegno. Infatti, l’articolo 411 dello stesso Codice dispone che i provvedimenti previsti dalla legge per l’interdetto possano essere adottati nei confronti del beneficiario solo se ciò risponda «all’interesse del medesimo».
Il divieto di nozze si può quindi giustificare unicamente in presenza di circostanze di eccezionale gravità; come, ad esempio, in caso di «totale incapacità di intendere e volere del soggetto» beneficiario dell’amministrazione, ma anche quando l’interessato «non sia in grado – prosegue il decreto – di comprendere e soppesare adeguatamente le conseguenze della scelta».

Giudice Tutelare La Spezia decreto  4 marzo 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi