Amministrazione di sostegno: si per l’anziana con vuoti di memoria

farmaci da banco, occhiali da vista, libri scolastici: sono spese straordinarie?
4 ottobre 2012
l’uso turnario del parcheggio in condominio
5 ottobre 2012

 

Con la sentenza 16670/2012la Cortedi Cassazione dichiara che l’età avanzata del soggetto non rappresenta di per sé una ragione per la nomina di un amministratore di sostegno, ma i vuoti di memoria e le frequenti cadute intellettive sì.

L’amministrazione di sostegno mira a salvaguardare per quanto possibile, l’autodeterminazione del soggetto e la tutela della sua dignità, nonché ad impedire interventi invasivi sulla sua vita e la sua attività; l’amministrazione di sostegno va quindi esclusa ove l’individuo possa provvedere in modo autonomo alla tutela della sua persona e del suo patrimonio: ciò ovviamente anche in caso di avanzata età del soggetto e di notevole consistenza del suo patrimonio.

Nel caso all’esame della Corte, pur dandosi atto che l’anziana signora era lucida ed orientata e “non circonvertibile”, si verificavano spesso cadute intellettive, di memoria e confusioni ricorrenti.

Sicchè la Corte ritiene necessaria, per la tutela della persona, la nomina di un amministratore di sostegno

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi