Mantenimento per il figlio: non incide la nuova unione se la compagna contribuisce alla famiglia

Pensione di reversibilità per il coniuge divorziato: quando ne ha diritto?
12 ottobre 2013
Separazione e divorzio: che differenza c’è?
14 ottobre 2013

Sull’assegno di mantenimento per i figli nati dal matrimonio dissolto, non incide la nascita di un altro figlio nato nell’ambito della nuova unione dell’ex marito, se anche la compagna dell’uomo contribuisce economicamente  in modo decisivo alla famiglia ( Cassazione, sentenza  n. sentenza n. 23090/2013, sezione Prima Civile)

Nel caso di specie, un ex marito lamentava che l’assegno a suo carico per il mantenimento del figlio nato dal matrimonio sarebbe stato troppo gravoso soprattutto perché egli, nel frattempo, aveva costituito una nuova famiglia,  con relativo connesso obbligo di mantenimento gravante a suo carico, in particolare del figlio nato dalla nuova unione.

Ma secondo la Cassazione la nuova famiglia è irrilevante, perchè al mantenimento della stessa contribuiva anche la nuova compagna, dotata di disponibilità economica e patrimoniale. (in particolare, risultava che la donna avesse percepito nell’anno solare 2005 un reddito netto di circa 22.600,00 euro, oltre ad essere proprietaria al 100% di due immobili, di cui uno ceduto in locazione, e di ulteriori quattro immobili al 33%).

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi