Mantenimento del figlio maggiorenne con lavoro precario

Cerchione in autostrada: per l’incidente risponde Anas
16 gennaio 2013
Hotel diverso dalle aspettative? Tour operator risarcisce il danno da vacanza rovinata
18 gennaio 2013

In caso di separazione o divorzio, restano a carico del genitore non convivente la metà delle spese straordinarie e l’assegno di mantenimento per il figlio maggiorenne che svolge un lavoro precario e, quindi, non ha raggiunto la piena indipendenza economica.

E’ principio consolidato, infatti, che solo un lavoro stabile che garantisca la piena autonomia economica libera il genitore dal versamento dell’assegno e dalla contribuzione alle spese straordinarie.

Lo ha ribadito il tribunale di Roma con la sentenza 22906/12, accogliendo la domanda della madre relativa a un assegno a carico del padre per il figlio ventenne, giardiniere precario, con un lieve deficit mentale. Il Tribunale, nel porre a carico del padre l’onere contributivo, ha chiarito che l’obbligo dei genitori nei confronti dei figli cessa quando questi siano in condizioni di reperire un lavoro idoneo a sopperire alle normali esigenze di vita, o ancora quando abbiano ricevuto la possibilità di conseguire un titolo sufficiente ad esercitare un’attività a scopo di lucro seppure non abbiano inteso approfittare o comunque abbiano raggiunto un’età tale da far presumere il raggiungimento della capacità di provvedere a se stessi. La valutazione della sussistenza delle circostanze che giustifichino l’assegno spetta al Giudice e varia da caso a caso, ma sempre considerando che il mantenimento dei figli maggiorenni non si può protrarre oltre i ragionevoli limiti di tempo e di misura

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi