Amministratore di sostegno che induce a fare testamento commette reato

La coabitazione fra gli ex non presuppone la riconciliazione
8 agosto 2019
No al pasto a scuola portato da casa
9 agosto 2019

L’amministratore di sostegno che induce il beneficiario della misura a disporre per testamento in favore di una persona a sé vicina commette il reato di circonvenzione di persone incapaci. L’articolo 643 codice penale tutela, infatti, non solo i soggetti totalmente o parzialmente incapaci dall’abuso che il soggetto agente possa compiere a loro danno a causa dello stato di incapacità in cui versano, ma qualsiasi persona che, seppur capace di intendere e volere, può in concreto venirsi a trovare in situazioni tali da diminuire la propria capacità di autodeterminarsi liberamente e per conseguenza in uno stato di suggestionabilità, ovvero di circonvenibilità.

Tribunale di Genova  sentenza 907/2019

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi