Tradire e scappare con l’amante non comporta sempre l’addebito della separazione

Reato per il padre che paga il mutuo ma non versa il mantenimento
23 aprile 2019
Il figlio minore non può essere costretto a vedere il padre se non vuole
24 aprile 2019

Niente addebito della separazione o perdita del  diritto a chiedere l’assegno di mantenimento, per chi tradisce e scappa con l’amante, abbandonando la casa familiare, se la crisi coniugale era già in atto.

Chi chiede l’addebito a carico del coniuge che si allontana dall’abitazione deve dimostrare non solo l’abbandono del tetto coniugale, ma anche che da ciò è dipesa la rottura dell’affectio coniugalis rendendo così la convivenza intollerabile.

In altre parole, «l’allontanamento di uno dei coniugi dalla casa familiare costituisce, in difetto di giusta causa, violazione dell’obbligo di convivenza e la parte che, conseguentemente, richieda la pronuncia di addebito della separazione ha l’onere di provare il rapporto di causalità tra la violazione e l’intollerabilità della convivenza, gravando, invece, sulla controparte la prova della giusta causa».

Cass. sent. n. 14606/2019.

Cass. sent. n. 17386 del 23.04.2019.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi