Tradimento scoperto con whatsapp…si all’addebito

Regali al posto del mantenimento, è reato
11 marzo 2021
Violazione di domicilio se l’ex entra in casa con le chiavi
12 marzo 2021

 

Deve essere addebitata la separazione a uno dei coniugi laddove dallo scambio di messaggistica istantanea del tipo WhatsApp tra l’interessato e una terza persona è emerso in modo inconfutabile che prima della cessazione della convivenza con l’altro coniuge l’interessato aveva instaurato una relazione sentimentale con il suo attuale partner, dovendosi ritenere che dette conversazioni chat prodotte da controparte siano liberamente valutabili dal Tribunale ai sensi dell’articolo 116 Cpc quali argomenti di prova non avendo l’interessato provato la loro illecita acquisizione da parte dell’altro coniuge.

Tribunale di Monza, sentenza 1578, sezione Quarta del 23-11-2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi