Separazione: deducibili dal reddito anche le somme erogate per l’alloggio dell’altro

Non esiste un incondizionato diritto dei nonni di frequentare il nipote
18 maggio 2015
Sms, mail e telefonate frequenti per incontrare il figlio non costituiscono stalking nè reato di molestie
29 maggio 2015

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 17/E del 24.4.2015 chiarisce che le somme corrisposte al coniuge separato per le spese di alloggio, anche se pagate in sostituzione dell’assegno di mantenimento e quantificabili nonchè corrisposte periodicamente all’ex-coniuge, quali ad esempio gli importi stabiliti a titolo di spese per il canone di locazione e spese condominiali, qualora siano disposti dal giudice, hanno i  requisiti previsti dalla  sentenza della Cassazione n. 13029 del 2013 per essere considerati alla stregua dell’assegno di mantenimento e, quindi, sono deducibili dal reddito complessivo del coniuge erogante ai sensi dell’art. 10, comma 1, lett. c), del TUIR. Nel caso in cui dette somme riguardino l’immobile a disposizione della moglie e dei figli, la deducibilità è limitata alla metà delle spese sostenute

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi