Senza assegnazione della casa, il coniuge proprietario non può cambiare la serratura per estromettere l’altro

Il grave disinteresse del padre giusitifica la decadenza dalla potestà genitoriale
2 ottobre 2015
Il padre separato non incontra i figli come dovrebbe, o comunque sempre alla presenza della nuova compagna: risarcito il danno affettivo alla prole
2 ottobre 2015

 

L’ordinanza presidenziale emessa in sede di separazione che autorizzi i coniugi a vivere separati, senza alcunché disporre in ordine all’abitazione coniugale in proprietà esclusiva di uno di essi, non priva il coniuge non proprietario di una detenzione qualificata dell’immobile, trovando la permanenza nell’abitazione coniugale fondamento nel rapporto di coniugio non ancora definitivamente sciolto e, in particolare, nel diritto al rispetto della propria dignità di coniuge derivante dal matrimonio; conseguentemente, il coniuge non proprietario è legittimato ad esperire l’azione di reintegrazione di cui all’art. 1168 c.c. Così Tribunale Verona 23 settembre 2015 (dal sito ilcaso.it)

nel caso di specie il marito proprietario della casa, in assenza della moglie, cambiava la serratura, e il Tribunale accogli la domanda di reintegra nel possesso dell’abitazione in favore della moglie separata

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi