Parlare male della madre comporta la perdita dell’affido condiviso

Assegno di separazione è diverso da quello divorzile
10 marzo 2013
FAQ in materia di mantenimento dei figli
14 marzo 2013

Parlar male della madre, così  allontanando i figli dal genitore, comporta la perdita dell’affidamento.

Nell’ambito di un giudizio di separazione, i figli venivano dapprima affidati a entrambi i genitori con collocamento presso il padre, al quale era assegnata la casa familiare. La Corte d’Appello, sulla base  di una perizia svolta dal servizio di Psichiatria dell’Azienda sanitaria territoriale, dispone, al contrario, l’affidamento esclusivo dei minori alla madre.

Con sentenza n. 5847 depositata l’8 marzo 2013,la Cassazione conferma la decisione. E ciò in ragione del contenuto della relazione, che ravvisava  una sindrome da alienazione parentale dei figli ed evidenziava il danno irreparabile da essi subito per la privazione del rapporto con la madre: in particolare, era stato ritenuto che “il comportamento negativo dei due figli verso la madre fosse stato provocato dalla condotta ostruzionistica del marito, che aveva ostacolato gli incontri e ingiustificatamente screditato la figura della madre nei loro confronti, in tal modo danneggiandone l’equilibrio psichico”.

Lecito quindi dedurne un giudizio negativo circa le attitudini genitoriali del padre, e di conseguenza, che l’affidamento condiviso fosse pregiudizievole per i minori.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi