Pagare i debiti del defunto comporta accettazione dell’eredità?

Il diritto di visita è anche dei nonni
6 giugno 2018
Il genitore che parla male dell’altro al figlio è sanzionabile ex art. 709 ter c.p.c.
7 giugno 2018

Il pagamento di un debito del defunto, da parte dell’erede che utilizzi denaro dell’eredità, configura accettazione tacita dell’eredità stessa. 

Tuttavia chiunque può accollarsi un debito altrui ed estinguerlo con denaro proprio. In tal caso, il pagamento del debito del defunto che l’erede fa con denaro proprio non comporta l’accettazione tacita in quanto consiste nell’adempimento di un debito altrui.

Se il conto corrente è cointestato tra defunto ed erede, utilizzare la giacenza del conto cointestato per pagare un debito lasciato dal defunto non configura una accettazione tacita dell’eredità.

Lo chiarisce la Corte di Cassazione con la sentenza n. 4320/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi