Nuova convivenza dell’ex coniuge: cessa l’assegno di mantenimento o di divorzio, anche se il nuovo compagno è disoccupato

Se con il divorzio l’assegno viene meno, non vanno comunque restituite le somme versate
17 novembre 2015
Niente assegnazione della casa all’ex se non è mai stata abitata dalla famiglia
17 novembre 2015

 

Viene meno l’assegno di mantenimento o l’assegno di divorzio per l’ex che abbia instaurato una nuova convivenza stabile e continuativa, anche se permangono le differenze economiche tra i coniugi e se il nuovo compagno è disoccupato, essendo completamente irrilevante l’inadeguatezza dei mezzi a disposizione del “mantenuto”, confrontati col tenore di vita avuto in costanza di matrimonio.

Lo ha chiarito la Cassazione con l’ordinanza 23411/2015, confermando il proprio recente orientamento. In passato la giurisprudenza propendeva per la sospensione del diritto all’assegno ma adesso si ritiene che la nuova famiglia di fatto, per gli obblighi di reciproca solidarietà che la caratterizzano, faccia cessare il diritto al mantenimento da parte dell’ex coniuge.

L’ex, onerato dell’assegno, dovrà quindi chiedere la revisione delle condizioni di separazione o divorzio, con cancellazione dei precedenti obblighi di mantenimento. Mai interrompere il pagamento dell’assegno se prima non c’è stata una decisione del Giudice in tal senso. 

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi