Marito smette di pagare il mutuo: moglie e figli espropriati dalla banca

Danno da perdita del rapporto parentale: risarcita anche la convivente omosessuale della madre
22 aprile 2016
Cambio sesso senza intervento
22 aprile 2016

Se dopo l’assegnazione della casa coniugale in sede di separazione o divorzio, il coniuge non assegnatario smette di pagare il mutuo, la banca può espropriare moglie e figli, poiché  non è opponibile alla banca il provvedimento di assegnazione dell’immobile trascritto prima della trascrizione del pignoramento.

Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 7776/2016: l’ipoteca, se anteriore alla sentenza che assegna la casa coniugale a uno degli ex coniugi, prevale su di essa. L’immobile può quindi essere pignorato, espropriato e venduto all’asta. 

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi