Genitore intende trasferirsi: il Giudice non lo impedisce ma può cambiare il collocamento del figlio

Mantenimento del figlio maggiorenne, entro certi limiti
23 ottobre 2022
Spese di viaggio per esercizio del diritto di visita competono al genitore non collocatario
25 ottobre 2022

In tema di affido condiviso, ove il genitore collocatario di un minore abbia la necessità di trasferire, per ragioni lavorative, la residenza propria e del figlio in altro luogo, il giudice non è chiamato a decidere se il genitore possa mutare la sua residenza (libera e non coercibile espressione di diritti di rango costituzionale), ma può impedire il trasferimento del minore. A tal fine egli deve rivalutare la situazione relativa all’affidamento, collocandola nel nuovo stato di fatto e, quindi, stabilire se corrisponda maggiormente all’interesse del minore seguire un genitore nel nuovo luogo di residenza o, mutato l’affidamento, restare con l’altro nel luogo precedente.

 

 Tribunale di Brescia, decreto 14 luglio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi