Chiudere in casa moglie e figli è reato

Donazioni indirette fatte ad uno dei coniugi: no comunione legale dei beni
17 aprile 2019
Adozione: accertamento rigoroso dello stato di abbandono
19 aprile 2019

Integra reato di violenza provata chiudere moglie e figli in casa perché non si accetta la separazione. Al marito non è applicabile né l’attenuante della provocazione, così come non se ne può escludere la punibilità. La costrizione in casa per un certo tempo di ex moglie e figli, di cui uno piccolo e il fatto che tale condizione sia stato interrotta solo per l’intervento delle forze dell’ordine integra infatti il reato di violenza privata.

Corte di cassazione sentenza n. 15658/2019 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi