Che succede se l’ex, assegnatario della casa, vi ospita il novo convivente o altri soggetti ?

Separazione: il bambino non può essere continuamente spostato da una casa all’altra
14 novembre 2015
Se con il divorzio l’assegno viene meno, non vanno comunque restituite le somme versate
17 novembre 2015

il diritto al godimento della casa familiare viene meno nel caso in cui l’assegnatario conviva more uxorio o contragga nuovo matrimonio: lo stabilisce l’art. 155 quater c.c. La norma è stata tuttavia oggetto di un intervento della Corte costituzionale che con la sentenza 308/ 200 ha stabilito che sia l’assegnazione della casa familiare che la cessazione della stessa è subordinata nella prassi ad una valutazione, ad opera del giudice, di rispondenza agli interessi della prole. Successivamente, la Cassazione si è espressa nel senso che vietare in assoluto alla ex moglie di convivere con il nuovo compagno nella casa assegnatale in sede di separazione comporterebbe “un’illegittima restrizione della sua libertà personale“.

Il medesimo principio si applica quindi a tutti i casi di ospitalità di terzi nella casa famigliare (fratelli, parenti in generale, amici). 

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi