Assegno divorzile: sacrificio per la famiglia in certi casi è fatto notorio

Affido condiviso non è pari tempo
25 settembre 2020
Il comportamento processuale può giustificare l’affido esclusivo
26 settembre 2020

 

Ove accada che l’assegno divorzile deve assolvere anche la funzione compensativa-perequativa dell’impegno profuso dalla moglie per l’accudimento e la cura dei figli e della casa, perché sono provati la sperequazione reddituale e patrimoniale, da un lato, e dall’altro il nesso tra tale sperequazione ed i ruoli endofamigliari svolti dalle parti in costanza di matrimonio, l’ammontare dell’assegno divorzile deve essere parametrato in primis all’entità di tale sperequazione che è dato diverso dal tenore di vita avuto dai coniugi in costanza di matrimonio.

 

In tali casi, considerati i benefici attribuiti in sede di separazione (tra cui l’assegnazione della casa famigliare poi venuta meno) e il lungo periodo trascorso tra separazione e divorzio, l’importo dell’assegno divorzile può essere superiore a quello del contributo al mantenimento stabilito in sede di separazione.

Corte d’Appello di Bologna Sentenza n. 2417/2020

Comments are closed.

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi