Assegno divorzile: il Giudice non può andare oltre alla domanda

Abbandonare il tetto coniugale per vivere con l’amante
6 maggio 2021
Figlio maggiorenne lavora a tempo determinato: assegno revocato
6 maggio 2021

Nella quantificazione dell’assegno di divorzio il giudice non può spingersi oltre la richiesta dell’ex coniuge, giustificando il maggior importo con ragioni compensative – la perdita della casa familiare -, se non espressamente domandato dalla parte: le condizioni che regolano gli aspetti patrimoniali tra i coniugi rientrano nell’area dei diritti a cd. disponibilità attenuata e soggiacciono alle regole processuali ordinarie, con il corollario del limite invalicabile della domanda

Cass. civile sentenza n.11795 del  5.5.2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi