Amministratore di sostegno, non necessaria l’incapacità di intendere e volere

Figlio rifiutato dal padre ha diritto al risarcimento anche dopo molti anni
17 dicembre 2021
Si all’assegno divorzile se l’ex moglie fattura poco
18 dicembre 2021

La procedura di nomina dell’ amministratore di sostegno presuppone una condizione attuale d’ incapacità , non necessariamente d’ intendere o di volere, essendo sufficiente che la persona sia priva, in tutto o in parte, di autonomia per una qualsiasi ” infermità ” o ” menomazione fisica” , anche parziale o temporanea e non soltanto mentale, che la ponga nell’ impossibilità di provvedere ai propri interessi.

Corte appello Lecce, 20/09/2021, n.1128

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi