Affido condiviso significa condividere le responsabilità e il progetto educativo

Abuso del diritto vendere al genitore la casa quando la separazione è vicina
2 ottobre 2021
Ritiro del passaporto al genitore… competente il Giudice Tutelare
2 ottobre 2021

La misura dell’affidamento condiviso non va intesa nel senso che il minore dovrà trascorrere un tempo eguale con ciascun genitore, né avere una doppia residenza, né subire un’alternanza forzata, bensì richiama un maggiore impegno da parte di entrambi i genitori, una vera condivisione delle scelte formative ed educative.

Al cuore dell’affidamento va posta una maggiore responsabilizzazione dei genitori, siano essi separati o divorziati. Comune deve essere la linea educativa, comune l’impegno ad assecondare e guidare le scelte afferenti il minore.

Resta la necessità di situare una residenza prevalente, di provvedere alla assegnazione della casa, di prevedere un contributo al mantenimento da riconoscere al genitore domiciliatario.

Questo anche per scongiurare richieste strumentali di affidamento condiviso, mosse dall’esigenza di ridurre l’impegno economico, non meno del sottrarsi alle responsabilità che una genitorialità consapevole comporta

Tribunale di Termini Imerese, 1^ luglio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi