Spese domestiche: alla fine della convivenza non vanno rimborsate

Scelta della religione per i figli
17 febbraio 2019
Figlio non vuole frequentare il padre: mantenimento è comunque dovuto
18 febbraio 2019

Quando cessa la convivenza, non c’ diritto  di chiedere il rimborso delle somme versate all’altro convivente durante il rapporto, salvo che siano cifre sproporzionate, trattandosi di  obbligazioni naturali. Lo ha ribadito di recente il Tribunale di Reggio Calabria, con la sentenza n. 10 del 3 gennaio sorso, ritenendo equa la somma di 28mila euro versata dal compagno alla propria ex nel corso di tre anni di convivenza.

Anche tra conviventi vige il principio solidaristico che prevede un obbligo di partecipazione alle spese domestiche. Si tratta di doveri di carattere morale nonché di mutua assistenza che si giustificano come atti di liberalità, a meno che l’ex convivente non riesca a dimostrare che si era trattato di un prestito.

Trib. Reggio Calabria 3.1.2019

 

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi