Separazione finta: il creditore può esercitare l’azione revocatoria.

L’eredità non influisce sull’assegno divorzile
16 aprile 2019
Carta di identità: non più genitori ma madre e padre
17 aprile 2019

In caso di separazione consensuale, il creditore può  dimostrare lo scopo fraudolento dei coniugi ed esercitare quindi l’azione revocatoria, volta a dichiarare inefficace la separazione nei confronti del creditore, che può essere esperita entro massimo 5 anni dalla separazione. In questo caso l’effetto è che la casa, che viene trasferita in capo al coniuge non debitore, può essere ugualmente pignorata dal creditore.

Cass. ord. n. 10443/19 del 15.04.2019.

Se la separazione fittizia viene fatta per beneficiare ad esempio di assegni familiari più elevati, a seguito dello sdoppiamento dell’ISEE, si commette reato di percezione di contributi statali non dovuta, quando non addirittura di frode ai danni dello Stato o dell’Inps.

 

 

 

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi