Messaggi WhatsApp eccessivi configurano Stalking

Testamento fatto da persona bipolare è valido
29 gennaio 2019
Se l’ex entra in casa c’è violazione di domicilio
29 gennaio 2019

Mandare troppi messaggi su WhatsApp può configurare lo stalking.

Il fastidio manifestato dal destinatario vale una condanna per stalking, aggravata dall’uso del mezzo informatico.  La Corte ha respinto la tesi difensiva secondo cui «non può essere qualificata la messaggistica telefonica tra solo due soggetti come mezzo informatico». I giudici chiariscono che non è discutibile «l’aggravante dell’uso del mezzo informatico», alla luce dell’«impiego di messaggistica WhatsApp».

Cass. sent. n. 3989/19 del 28.01.2019

In passato la Cassazione ha affermato che gli insistenti messaggi sul cellulare, anche se inviati con WhatsApp, possono costituire reato. Nei casi più lievi si parla del reato di molestie,  quando però i messaggi diventano tali da creare allarme e ansia nella vittima, fino a farla temere per la propria incolumità o cambiare le abitudini di vita (fosse anche disinstallare l’app dallo smartphone), scatta lo stalking

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi