Figlio non vuole frequentare il padre: mantenimento è comunque dovuto

Spese domestiche: alla fine della convivenza non vanno rimborsate
18 febbraio 2019
Affidamento ai servizi sociali lecito anche senza indicazione della durata
19 febbraio 2019
La mancata frequentazione del figlio, che non vuole vedere il genitore non implica che l’onerato non sia tenuto ad alcun diretto esborso o ad alcuna cura, parametri che saranno obiettivamente valutati in sede di determinazione del quantum dell’assegno in favore della prole.
 Lo ha chiarito la Corte di Cassazione, sesta sezione civile, nell’ordinanza n. 2735/2019: anche se la ragazza ha scelto di non frequentare il genitore, ciò non significa che quest’ultimo non vada incontro ad alcun diretto esborso o ad alcuna cura in favore della stessa: tali parametri verranno obiettivamente valutati in sede di determinazione del quantum dell’assegno di mantenimento (art. 337-ter, co. 4, c.c. e, in precedenza, art. 155, co. 4, c.c.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi