Effetti della mancata annotazione del fondo patrimoniale a margine dell’atto di matrimonio

Comodato familiare: no recesso se il comodante (padre) è agiato
15 maggio 2019
Casa familiare: assegnazione anche se la coppia non vi ha mai vissuto
16 maggio 2019

È inefficace l’atto di costituzione in fondo patrimoniale dell’immobile se i coniugi non lo hanno annotano a margine dell’atto di matrimonio. In tema di azione revocatoria, la stessa non ha tra i suoi fatti costitutivi la circostanza che l’atto sia opponibile ai creditori, ma solo che esso sia stato compiuto e che, a seguito di ciò, abbia sottratto formalmente il bene dal patrimonio del debitore. Il particolare sistema di pubblicità regolato per le convenzioni matrimoniali dall’art. 163, terzo comma, cod. civ. opera a garanzia dei coniugi i quali possono, in tal modo, rendere la convenzione opponibile ai terzi. Ciò non significa, però, che l’omissione di tale annotazione possa essere utilizzata, da parte dei coniugi, al fine di bloccare l’azione revocatoria nei confronti dell’atto di costituzione del fondo patrimoniale. La mancata opponibilità, in altri termini, non può giovare ai coniugi debitori, perché altrimenti in tal modo essi potrebbero evitare ogni contestazione da parte dei creditori.

(Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 6450 del 6 marzo 2019)

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi