Assegno divorzile in caso di nessuna contribuzione alla formazione della ricchezza familiare

Assegno divorzile: valorizzazione della storia coniugale e prognosi futura
11 luglio 2019
Diritto di abitazione dell’ex coniuge superstite nella ex casa familiare
12 luglio 2019

Pur in caso di squilibrio reddituale tra i coniugi, è esclusa l’applicabilità del criterio perequativo-compensativo dell’assegno divorzile quando il coniuge economicamente più debole non ha contribuito alla formazione della ricchezza familiare, ovvero vi ha contribuito, ma in termini ridotti. In tali circostanze opera soltanto la funzione assistenziale/alimentare in senso stretto dell’assegno. Ne consegue che l’assegno da riconoscere al coniuge economicamente più debole dovrà essere contenuto nella somma necessaria per un’esistenza dignitosa, anche alla luce delle possibilità lavorative, effettive e potenziali (età, titolo di studio ecc.) del coniuge richiedente.

Trib. Torino, sent. 9 novembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi